Mars via Innominata - Montagna Biellese

Mars via Innominata
Classica via che sale il lungo sperone sud del Mars, roccia ottima.

Bello sperone roccioso, salito nel 1937 dalla guida alpina Biellese Primo Momo, è stata in parte riattrezzata a fix inox dalle guide alpine di Tike Saab. La via conserva un carattere alpinistico, è necessario integrare alcune protezioni, sopratutto nella parte alta e richiede un pò d' intuito e di logica. Si raggiunge seguendo il sentiero che dalla stazione superiore delle funivie Oropa. sale alla bocchetta del Mucrone e poi si prosegue per il rifugio Coda, dopo una cengia esposta con catena e mancorrente si reperisce il punto di partenza a destra di alcune lapidi. Ore 1,30.

Oppure in ore 0,30 dal Rif Coda

Difficoltà: D-
Lunghezza: 450 metri

Via Innominata

La via può essere salita con tiri da trenta metri, oppure con tiri lunghi saltando alcune soste, è una delle più lunghe delle Alpi Biellesi, richiede buona esperienza alpinistica, per non perdere l' itinerario che non sempre è evidente. Traversa alcuni punti con erba che possono esser scivolosi e vanno affrontati con cautela. Roccia Ottima.








Difficoltà obbligatoria: 4c



L1: placca verticale, 3°, 30 m, sosta
su 2 fix



L2: placca con piccolo strapiombo,
4c, 30 m, sosta su 2 fix



L3: in placca verso destra poi in
verticale fino alla base di un die-dro, 3°, 4a, 30 m, sosta su 2 fix



L4: salire il diedro 4c, 30 m, sosta
su 2 fix



L5: salire un trat-to facile, 2°, 30
m, sosta su 1 fix



L6: salire un gra-dino verticale, 3°,
e alcune placche, 3°, 30 m, sosta su 1 fix



L7: superare una spaccatura, 3°, poi
facili placche, 30 m, sosta su spuntone
















Roby e Stefano sull’Innominata




 


L8: Facile cresta orizzontale che
porta alla base di un salto rossastro che si attacca in un camino sulla destra
60 m, sosta su 1 fix



L9: salire il camino, 4b, 30 m, sosta
su 2 fix



L10: salire una placca, 4a, 30 m, sosta
su 2 fix



L11: salire in cresta, 3°, un passo di
5c (A0), 30 m, sosta su 1 fix



L12: salire un prato verso sinistra, 30
m, sosta su 1 fix.



L13: salire una placca, 4a, poi un
breve camino 3°, 30 m, sosta su 1 fix



L14: salire in prossimità della
cre-sta fino alla cima di uno sperone, 2°, 3°, 30 m, sosta su spuntone



L15: scendere e seguire la cresta fino
ad una breccia, 2°, 30 m, sosta su 1 fix



L16: salire sul filo di cresta, 3°, 30
m, sosta su 1 fix



L17: salire sul filo di cresta, 3°, 30
m, sosta su 1 fix



L18: aggirare lo sperone a destra e
salire per rocce e rododendri fino ad una forcella, 30 m, 3°, 2°, sosta su
spuntone



L19: aggirare su cenge 2 dentini e
salire un diedro rossastro, 2°, 3°, 30 m, sosta su spuntone



L20: salire una difficile fessura con
quarzo, 5c (A0), sosta 2 fix, 20 m



L21: salire per placche e fessure sulla
cresta arrotondata, 30 m, 3°, sosta su 1 fix



L22: salire la facile cresta che in 30 m porta alla cima del Dado

Guida alpina Gianni Lanza

gianni-lanza@libero.it

 








Altitudine: 2450
Difficolta: D-
Stagione: da Giugno a Settembre
Luogo: Sordevolo, Oropa , Lillianes
Materiali: Normale da arrampicata, la via è in parte attrezzata a fix inox da integrare, sopratutto nella parte alta, utili 4 friends medi, 2 o 3 fettucce, i tiri non superano i 30 metri, a volte le soste sono su un solo fix.


Scrivi un commento
Leggi i commenti

Rifugio Savoia
Rifugio Coda ai Carisey


MontagnaBiellese.com di Gianni Lanza, via Bercola n 4, 13900 Biella - Italia - P.I. 02316990023
Copyright Montagna Biellese
,   tel 330 466488, info@montagnabiellese.com