Mitria – Via Momo-Pofi

Mitria - Via Momo-Pofi

La Mitria è una bella torre isolata di ottimo granito e presenta delle arrampicate su roccia compatta con difficoltà classiche in ambiente alpino.

Primo Momo e Bruno Pofi sono state due importanti Guide Alpine che hanno aperto numerosi itinerari sulle Alpi Biellesi. Rilevanti sono la prima salita alla Parete Nord del Corno Bianco effettuata anche con Franco Pivano, e la prima ripetizione della Parete Sud del Cervino. Primo Momo inoltre ha effettuato l’incredibile prima solitaria della Parete Nord-Est della Grivola.

Primo Momo e Bruno Pofi con le loro biciclette con le quali raggiungevano i luoghi di partenza di tutte le loro salite

Zona: Alta Valle Cervo​

Quota di partenza (m): 1050 (Piedicavallo), 2150 (Rifugio Rivetti)

Quota di vetta (m): 2000

Apritori: prima salita Primo Momo e Bruno Pofi il 29 giugno del 1941

Sviluppo arrampicata: 150 m

Tipo di apertura: dal basso con chiodi tradizionali

Esposizione: sud-est

Protezioni: fix inox

Difficoltà: V, V- obbl.

Note: la via mantiene in sapore di un’arrampicata d’altri tempi benchè oggi sia attrezzata a fix inox 

Equipaggiamento: normale da arrampicata, i tiri non superano i 30 m

Accesso: da Biella raggiungere il paese di Piedicavallo

Avvicinamento: da Piedicavallo seguire il sentiero per il Rifugio Rivetti (segnavia E60), senza raggiungerlo. Giunti all’Alpe Anval Superiore nei pressi di una costruzione dell’ acquedotto prendere a destra un sentiero che attraversa in piano passando sopra l’ex rifugio Olimpia.  Poi si sale superando i ruderi dell’Alpe la Bianca, per prati e pietraie. Giunti alla base della parete Sud-Est, aggirare a destra l’avancorpo che scende più basso dalla parete. La via parte in fessura sul lato destro dell’avancorpo roccioso. Cartellino alla base. Ore 2,15.

Relazione

L1: salire la fessura, IV+, poi seguire la crestina erbosa, I, sosta da calata su 2 fix, 30 m
L2: salire il diedro aperto, V-, ed uscire in diagonale a sinistra, IV, sosta su 3 fix con vecchia catena e moschettone da calata, 25 m
L3: traversata a destra, V, poi placca, IV+, sosta da calata su 2 fix, 30 m
L4: salire la placca e uscire a destra in un tratto erboso (vecchia sosta su 2 chiodi tradizionali e un fix) salire un muretto, IV e poi uscire in traverso a sinistra, IV, sosta da calata su 2 fix 30 m
L5: salire la placca, IV, sosta da calata su 2 fix, 25 m
L6: salire la placca e andare un po’ verso sinistra III, poi proseguire dritti, IV-, sosta da calata su 2 fix, 25 m
L7: salire per erba e roccette per raggiungere la cima, I, 20 m

Discesa: si scende dalla Via Normale con una doppia da 30 m, quindi scendere con un altra calata su spuntone e fix un ripido canale con rododendri, poi ancora calata su fix in un ripido tratto erboso porta alla partenza delle Vie Lanza-Ciarletti e Staich, proseguire alla meglio sulla pietraia raggiungendo in breve la partenza della via. ore 0, 40. Da qui si rientra a Piedicavallo seguendo il sentiero percorso in avvicinamento.

La Mitria nel bellissimo disegno di Patri Agnani

Foto-relazione

Per una merenda a qualsiasi ora o un pranzo gustoso visita la Trattoria Il Gatto Azzurro di Piedicavallo

LINK INTERNI

– Vedi anche Mitria – Via Staich
– Vedi anche Mitria – Via Normale

– Vedi anche Mitria – Via – Lanza-Ciarletti

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Questo sito utilizza cookies per avere una migliore esperienza di uso. Continuando si accetta che esso ne faccia uso come da normativa qui presente. Continuando a navigare su sito accetterai l’utilizzo di Cookies da parte di montagnabiellese.com
Privacy Policy

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial