Rocca Sbarua – Via Bianciotto

Rocca Sbarua - Via Bianciotto

La Via Bianciotto alla Rocca Sbarua per molti anni ha avuto il primato di presentare uno dei passaggi più duri dell’ intero gruppo, così diceva Gian Piero Motti nella sua bellissima guida edita nel 1969. Oggi è una bellissima classica che è ideale completamento alla “Gervasutti”

La bellissima placca con quarzi

Zona: Pinerolo, Val Lemina, Talucco

Quota di partenza (m s.l.m.): 1150 m attacco della via

Quota di vetta (m s.l.m.): 1220 m

Apritori: prima salita L. Bianciotto, A. De Servienti nel 1949

Sviluppo arrampicata: 70 m

Tipo di apertura: dal basso con chiodi tradizionali

Esposizione: sud-ovest

Protezioni: fix, chiodi tradizionali 

Difficoltà: VI, V+ obbl. 

Note: grande classica, arrampicata molto elegante

Equipaggiamento: normale da arrampicata, la via è ben attrezzata ma una qualche friends fino al giallo grande B.D. tolgono ogni patema

Accesso: da Pinerolo imboccare la Val Lemina, oltrepassare San Pietro, oltrepassare Talucco, giunti ad un ponte seguire la ripida strada a tornanti che sale a sinistra in direzione Col di Cro, oltrepassato un parcheggio sterrato prendere a destra  per Borgata Dairin ove si parcheggia

 Avvicinamento: dal parcheggio oltrepassare la borgata e proseguire su bel sentiero a mezzacosta che porta in breve al Colle Ciardonet. Prendere la sterrata che scende a sinistra nella bellissima faggeta, fino a raggiungere un sentiero che lascia la strada e va a destra oltrepassando un piccolo rio. Seguire sempre il sentiero che pianeggiante porta a Casa Canada (Rifugio Melano), ore 0,30. Dal rifugio prendere il sentiero per la via normale, oltrepassare la croce e andare a sinistra, risalire un tratto con catene, andare a destra per cengie, seguire le catene, un po’ prima di un palo distanziatore, reperire un tiro della Via “Il gioco delle Perle Di Granito” che si sale fino alla partenza della Via Bianciotto. Ore 0,30 da Casa Canada.

Un’ottima combinazione è salire dalla Via Gervasutti, alla fine della quale si seguono le catene verso sinistra, si oltrepassa un tratto di sentiero, ancora catene, poi un palo distanziatore e reperire la partenza del terzo tiro della Via “Il gioco delle Perle Di Granito”: qui salire fino alla partenza della Via Bianciotto, 5 minuti.

Dafne sul passaggio chiave della Bianciotto

Relazione

L1: si parte sul terzo tiro della Via “Il Gioco delle Perle di Granito”, V, si giunge ad una cengia con scritta” Bianciotto, si sale un gradino  e successivo diedro, V, sosta a sinistra su 1 fix e un golfare, 20 m

L2: salire un muretto e la successiva placca con quarzi, V+, superare un bombamento con fessure, VI, poi proseguire su belle fessure, V, e andare a destra, V, verso un bel terrazzo dove si  sosta su 2 fix e catena, 25 m

L3: salire un muretto e spostarsi subito a sinistra, V+, traversare a sinistra sotto un tettino, V, salire verticalmente lo spigolo, V+, proseguire per belle fessure, IV, aggirare lo spigolo a destra, VI, poi verticalmente, V+, fino ad un grande terrazzo, sosta su 2 fix da collegare, 25 m

L4: salire una facile placca, I, ed uscire a sinistra su corda fissa, 15 m

Discesa: scendere su sentiero con segnavia bianco e azzurro, fino a una cengia che va a sinistra e raggiunge le catene che per cenge e terreno esposto portano al sentiero che in breve porta alla base della via normale e successivamente a Casa Canada, ore 0,30.

Gianni sulla partenza di L3
Dafne in uscita su L3

Foto-relazione

Rocca Sbarua - I settori

LINK INTERNI

– Vedi anche Rocca Sbarua – Via Gervasutti

Questo sito utilizza cookies per avere una migliore esperienza di uso. Continuando si accetta che esso ne faccia uso come da normativa qui presente. Continuando a navigare su sito accetterai l’utilizzo di Cookies da parte di montagnabiellese.com
Privacy Policy