Vallone di Bourcet – Via Normale

Vallone di Bourcet - Via Normale

La Via Normale al Vallone di Bourcet è una bella arrampicata granitica che, nonostante sia la più facile della parete, non è da sottovalutare.

Lucia sulla bella dulfer di L4

Zona: Val Chisone, Roure

Quota di partenza (m s.l.m.): 850 m attacco della via

Quota di vetta (m s.l.m.): 1000 m circa la fine della via

Apritori: prima salita F. Michelin, B. e W. Canepa, G. Rossetto nell’ottobre del 1995

Sviluppo arrampicata: 180 m

Tipo di apertura: dal basso

Esposizione: sud (in inverno risulta in ombra perché coperto dal pendio di fronte)

Protezioni: fix, chiodi tradizionali

Difficoltà: 5c, 5b obbl.

Note: bella arrampicata granitica, nonostante sia una via normale richiede una certa esperienza

Equipaggiamento: normale da arrampicata, i tiri non superano i 30 m

Accesso: da Pinerolo proseguire per Perosa Argentina, quindi raggiungere Roure, presso la frazione Roreto. Verso la fine della frazione, imboccare a sinistra una strettoia (strettissima tra le case) chiamata Via del Bourcet. Dopo un ponte si trova un piazzale sterrato dove si può parcheggiare.

Avvicinamento: dal parcheggio salire lungo la sterrata che, tra singolari sculture in legno, porta alla base della parete. Superare l’indicazione per Sperone Centrale, costeggiare sempre sulla sterrata alcune placche, quindi circa 30 m oltre si trova la partenza della Via Normale, scritta alla base. Ore 0,20.

Davide sul bellissimo traverso di L5

Relazione

L1: salire la placca abbattuta, 4c, raggiungere lo spigolo e guadagnare il passaggio girando oltre lo spigolo a sinistra, 5a, quindi raggiungere la sosta su 2 fix con catena e anello di calata, 30 m

L2: salire su rocce lavorate abbattute, 4a, quindi superare un diedro fessurato, 4c, sosta su 2 fix con catena e anello di calata, 32 m

L3: affrontare un breve diedro, 4c, poi con andamento verso sinistra per rocce abbattute, 3, raggiungere la sosta su 2 fix con catena e anello di calata, 25 m

L4: salire su rocce lavorate, 4a, affrontare la placca verso sinistra, 5a, quindi raggiungere la bellissima fessura che si sale ad incastro o in dulfer, 5c, sosta su terrazzino su 2 fix con catena e anello di calata, 25 m

L5: traversare verso sinistra, 5c, quindi salire il muretto, 5c, affrontare un altro muretto, 5b, quindi per rocce e blocchi verso sinistra, 3, raggiungere la sosta su 2 fix con catena e anello di calata (affiancata da una vecchia sosta con catena), 25 m. In alternativa si può raggiungere direttamente la successiva sosta traversando verso sinistra in orizzontale, raggiungere la sosta su 2 fix con catena e anello di calata in comune con lo Spigolo Grigio, 30 m

L6 (in comune con Spigolo Grigio): salire verticalmente per placca, 4c, poi seguire una bella fessura verticale, 4c, fino ad una terrazza alla base di una placca, sosta su 2 fix con catena e anello di calata, 25 m

L7 (in comune con Spigolo Grigio): salire la placca tecnica a tacche, 5c, quindi proseguire per rocce articolate, 4c, superare un gradone con freccia azzurra, 5a, quindi raggiungere un diedro, 4a, che conduce al termine della via, sosta scomoda su vecchia catena di calata oppure sosta più comoda su albero, 30 m

Discesa: seguire a destra le tracce del sentiero di discesa che scende attrezzato con catene su terreno esposto fino a raggiungere la strada sterrata leggermente a valle dell’attacco. Da qui lungo la sterrata si scende verso il parcheggio. Ore 0,45.

Lucia in uscita su L5

Foto-relazione

LINK INTERNI

– Vedi anche Bourcet – Spigolo Grigio

Questo sito utilizza cookies per avere una migliore esperienza di uso. Continuando si accetta che esso ne faccia uso come da normativa qui presente. Continuando a navigare su sito accetterai l’utilizzo di Cookies da parte di montagnabiellese.com
Privacy Policy