Monte Cresto – Cresta Canabà

Monte Cresto - Traversata per la Cresta Canabà

La Cresta Canabà al Monte Cresto  è una lunga traversata di cresta, su terreno facile ma esposto, resa impegnativa dalla poca segnalazione del percorso e da alcuni passaggi in roccia. Sarà sicuramente di soddisfazione a chi la percorra con il giusto allenamento. Da non percorrere assolutamente se bagnata.

Non si hanno notizie certe della prima salita, sicuramente veniva percorsa da cacciatori o pastori.

Questo percorso richiede competenze alpinistiche poiché presenta tratti di arrampicata di I e II grado

Altitudine: 2.548 
Difficoltà: EEA, tratti di arrampicata di II grado
Stagione: da Giugno a Ottobre
Luogo: Monte Cresto, Piedicavallo (BI)
Tempo di percorrenza: ore 2 alla partenza della cresta, ore 3 per la cresta, ore 3 per la discesa
Dislivello positivo: 1500 m
Equipaggiamento: normale da escursionismo, imbragatura, 3 moschettoni e spezzone di corda da 20 m per tratti in arrampicata.

Percorso

Accesso: da Biella raggiungere Piedicavallo

Percorso: da Piedicavallo salire la mulattiera (segnavia E50) per il Lago della Vecchia [3]. Raggiunto il lago salire per tracce a sinistra, costeggiandone il lato orientale, fino alla bocchetta di Canabà (1950 m s.l.m.). 

Attaccare la cresta superando alcuni risalti rocciosi e tracce di sentiero, salendo tra i rododendri. Affrontare un esposto passaggio di roccia di II grado, aggirabile a sinistra con passaggio più semplice. Seguire il filo della cresta con bellissimi ed eleganti passaggi di roccia di I e II grado, sempre esposti, alternati a passaggi erbosi su tracce. Per tratti di rocce rotte infine si giunge fino alla croce della vetta.

Discesa: proseguire sulla cresta opposta, verso Nord, nel percorso dell’Alta Via delle Alpi Biellesi, con percorso più facile ma sempre con passi esposti di I e qualche tratto di corda fissa. Si giunge al passo delle Tote, attrezzato con corda fissa, si scende e si segue il sentiero che, sul versante valdostano, aggira la punta della Vecchia e porta in breve al Colle della Vecchia dal quale si scende sulla bella mulattiera che ci riporta al Lago della Vecchia e poi a Piedicavallo: dalla cima del Monte Cresto ore 3.

Note: in alternativa alla cresta nord è possibile scendere la cresta sud, che si presenta meno rocciosa. In circa un’ora si raggiunge il colle del Lupo poi si segue il sentiero, che scende il selvaggio vallone dell’Irogna, e che in altre 2 ore ci riporta a Piedicavallo.

Foto-relazione

Mappa di Riferimento

Sulla nostra mappa PERCORSO 3, 9, 6

A chi interessasse possiamo inviare la mappa jpg in alta definizione via mail. Potete richiederla scrivendo a info@montagnabiellese.com specificando “Valle Cervo”.

Non intendiamo fornire le tracce GPS perché riteniamo che sia importante sapersi orientare guardandosi intorno e non procedendo con gli occhi bassi sullo smartphone. Bisogna ricordare inoltre che la durata delle batterie è estremamente limitata, e col freddo questo problema è ulteriormente accentuato. E’ bene conservare la carica del telefono per eventuale reale necessità.

LINK INTERNI

– Vedi anche Monte Cresto – Via Normale

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Questo sito utilizza cookies per avere una migliore esperienza di uso. Continuando si accetta che esso ne faccia uso come da normativa qui presente. Continuando a navigare su sito accetterai l’utilizzo di Cookies da parte di montagnabiellese.com
Privacy Policy

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial