Bechit – Via del Placido

Bechit – Via del Placido

La via, dedicata al pittore alpinista Placido Castaldi, è una bella arrampicata su roccia compatta, con grandioso panorama sulla pianura.  l’ottima chiodatura a fix e la sicurezza della roccia, ne faranno sicuramente un obbiettivo appetibile per molti.

Storia: aperta da Gianni Lanza, Roby Sellone, Seba Biolcati, Franco Delzoppo, il 4 ottobre 2003

Accesso: la parete nord dei  Bechit si raggiunge partendo dal Rifugio Coda e seguendo i segni azzurri dell’Alta Via che, in 1 ora, portano al colletto sotto la punta Bechit. Da qui scendere 40 m sul versante Valdostano e traversare  fino alla base della parete: la via parte nelle vicinanze di un vistoso ometto.

Informazioni pratiche: bella scalata, in parete nord, adatta ai momenti di clima caldo. La via, che si svolge quasi tutta in ombra e su roccia buona, è stata dedicata a Placido Gastaldi, grande pittore alpinista, ma anche viaggiatore, esploratore, pilota e quant’altro.

Difficoltà obbligatoria: 5b

L1: placca, 3°, 25 m

L2: placca e muro, 4c, 30 m

L3: placca, poi salto verticale, 5c, 30 m

L4: placca verticale poi cresta, 6a, 30 m

Discesa: scendere la cresta della via normale, oppure calate da 30 m sulla via

Equipaggiamento:  normale da arrampicata, i tiri non superano i 30 m.

LINK INTERNI
– Vedi anche: Bechit via del Placido

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Questo sito utilizza cookies per avere una migliore esperienza di uso. Continuando si accetta che esso ne faccia uso come da normativa qui presente. Continuando a navigare su sito accetterai l’utilizzo di Cookies da parte di montagnabiellese.com
Privacy Policy

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial