Valle Sessera

Vista sul Monte Barone e Pissavacca
La chiesetta dell'Alpe Noveis

La Valsessera, ambito storico e culturale del territorio della provincia di Biella, in campo internazionale conosciuta come produttrice di lane e filati d’alta qualità, offre un paesaggio naturale molto vario e innumerevoli attrattive turistiche, non solo per la bellezza dei suoi panorami, aspri e selvaggi, ma per l’importanza delle sue borgate, luoghi che l’opera di artisti diversi – e spesso ignoti – ha reso preziosi gioielli di arte e di cultura testimoni di pietra e di devozione del retaggio storico che questo territorio ha. Osservando la valle, sono facilmente distinguibili tre “settori” con caratteristiche diverse: una zona montuosa, che costituisce la parte alta del bacino del Sessera (Monte Bo, Cima del Manzo e del Cravile); un settore di media montagna (Monte Barone, Punta delle Camosce, M. Gemevola, Cima di Foggia, Alpe di Noveis) e una parte collinare che si sviluppa fino alla Bassa Valsesia.

INDICAZIONI

Da Biella: percorrere completamente la superstrada e immettersi, all’uscita di Masserano, sulla Statale 142 dei Laghi; a Roasio imboccare la provinciale per la Valsessera al bivio per Sostegno.

In alternativa è possibile salire da Pavignano, passando per Pettinengo, Mosso Santa Maria, Crocemosso, Trivero, Ponzone, percorso molto panoramico.

Dall’autostrada A4 Torino-Milano: uscire al casello di Carisio e dirigersi verso Biella. Dopo pochi km proseguire a destra per Cossato, Vallemosso, Crocemosso, Trivero, Ponzone.

Questo sito utilizza cookies per avere una migliore esperienza di uso. Continuando si accetta che esso ne faccia uso come da normativa qui presente. Continuando a navigare su sito accetterai l’utilizzo di Cookies da parte di montagnabiellese.com
Privacy Policy

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial