Valle Sessera

Vista sul Monte Barone e Pissavacca
La chiesetta dell'Alpe Noveis

La Valsessera, ambito storico e culturale del territorio della provincia di Biella, in campo internazionale conosciuta come produttrice di lane e filati d’alta qualità, offre un paesaggio naturale molto vario e innumerevoli attrattive turistiche, non solo per la bellezza dei suoi panorami, aspri e selvaggi, ma per l’importanza delle sue borgate, luoghi che l’opera di artisti diversi – e spesso ignoti – ha reso preziosi gioielli di arte e di cultura testimoni di pietra e di devozione del retaggio storico che questo territorio ha. Osservando la valle, sono facilmente distinguibili tre “settori” con caratteristiche diverse: una zona montuosa, che costituisce la parte alta del bacino del Sessera (Monte Bo, Cima del Manzo e del Cravile); un settore di media montagna (Monte Barone, Punta delle Camosce, M. Gemevola, Cima di Foggia, Alpe di Noveis) e una parte collinare che si sviluppa fino alla Bassa Valsesia.

INDICAZIONI

Da Biella: percorrere completamente la superstrada e immettersi, all’uscita di Masserano, sulla Statale 142 dei Laghi; a Roasio imboccare la provinciale per la Valsessera al bivio per Sostegno.

In alternativa è possibile salire da Pavignano, passando per Pettinengo, Mosso Santa Maria, Crocemosso, Trivero, Ponzone, percorso molto panoramico.

Dall’autostrada A4 Torino-Milano: uscire al casello di Carisio e dirigersi verso Biella. Dopo pochi km proseguire a destra per Cossato, Vallemosso, Crocemosso, Trivero, Ponzone.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial