Scialpinismo

Itinerari magici sulla neve delle Alpi Biellesi

Alla scoperta di un massiccio inedito, che offre un grande scialpinismo

La pratica dello scialpinismo è molto sviluppata sulle Alpi Biellesi, dove, complice il particolare clima, la neve si trasforma velocemente ed il terreno permette gite varie e piacevoli, senza dislivelli estremi ma con frequenti cambi di paesaggio e di versante, cosa alquanto simpatica e tutt’altro che monotona.

Molte gite sono ideali per chi si trova all’inizio dell’affascinante pratica dello scialpinismo, mentre altri percorsi affrontano versanti aspri e selvaggi, inframezzati da salti di roccia e con passaggi obbligati di difficile individuazione.

Soprattutto in caso di nebbia è necessaria la massima prudenza: queste gite richiedono ottime capacità e buona conoscenza del terreno oltre a sicure condizioni del manto nevoso.

Una bella ed unica avventura è il percorso dell’Haute Route delle Alpi Biellesi che in tre giorni di totale isolamento attraversa l’intero massiccio.

Anche per le gite più facili si raccomanda l’uso dell’ARTVA, pala e sonda.

Il video di Roby Caucino

La scala di difficoltà

Su ogni relazione troverete la scala di difficoltà (Scala Blachère) come descritto qui di seguito:

  • MSMedio Sciatore. E’ in grado di curvare su pendenze medie inferiori a 25°. Teme il ripido e i passaggi stretti.
  • BSBuon Sciatore. Padronanza tecnica su terreno ripido fino a  40° e nei canali stretti.
  • OSOttimo Sciatore.

A: Alpinista. L’aggiunta di questa lettera indica un itinerario con difficoltà di carattere alpinistico per le quali lo sciatore deve conoscere l’utilizzo della corda, della piccozza o dei ramponi (ad esempio MSA, BSA o OSA)

In aggiornamento

La più classica e ripetuta gita delle Alpi Biellesi con un panorama bellissimo sulla pianura. 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial