Mucrone – Spigolo del Canalino (Via del Miller)

Mucrone - Spigolo del Canalino o Via del Miller

Lunga arrampicata su ottima roccia. A metà via c’è il particolare passaggio del pendolo ed il faticoso strapiombo da salire in artificiale (tiro di Toni Kurz).

La via così come descritta oggi è l’insieme di diversi tratti saliti a partire dagli anni 60.

Zona: Monte Mucrone

Quota di partenza (m): 2000

Quota di vetta (m): 2335

Apritori: prima salita Mario Pozzo e Luigi Ploner, negli anni ’70 (parte bassa); Giovanni Antoniotti, già nel 1960, aveva salito la parte alta; Gianni Lanza e Guido Bertagnolio, il 20 settembre 1990, hanno collegato il tutto passando sulle placche e sugli strapiombi della parte centrale. Prima invernale: Teo Bizzocchi e Federico Borio nel 2007. La via è stata rinchiodata da Gianni Lanza e Roby Sellone, nel 2006.

Sviluppo arrampicata: 250 m

Tipo di apertura: dal basso con chiodi tradizionali e fix inox

Esposizione: nord-est

Protezioni: fix inox

Difficoltà: 5c A2, 5c A2 obbl.

Note: una linea particolare dal sapore antico, nel sesto tiro richiede una discesa con un pendolo.

Equipaggiamento: normale da arrampicata, 2 staffe a testa, i tiri non superano i 30 m

Accesso: da Biella raggiungere Oropa, quindi prendere la funivia fino alla stazione superiore.

Avvicinamento: dalla Stazione Superiore della Funivia di Oropa raggiungere il Lago del Mucrone e prendere il sentiero attrezzato che parte sulla riva sinistra e porta alla Ferrata del Limbo ed al Sentiero del Limbo. L’avvicinamento si svolge in traverso su prati ripidi, attrezzati con corde fisse: utili imbrago e longe. Giunti in vista della placca della Parete Piacenza dirigersi verso l’evidente canale che taglia il versante della montagna (Via del Canalino). Alla sinistra del Canalino, reperire in alto una lapide, punto di partenza della via. Cartellino alla base: ore 0,50.

Relazione

L1: attaccare a sinistra del Canalino, al di sotto di una lapide, sosta su fix inox, 5c, 25 m

L2: traversare in cengia a destra poi salire un muretto verticale, 3, sosta su fix inox, 20 m

L3: salire un diedro, 5b, poi a destra, 4c, poi in placca e sostare a destra su cengia, sosta su fix inox, 30 m.

L4: salire la placca compatta, 5c, passo di 6a, poi 5a, sosta su fix inox, 30 m

L5: salire leggermente a sinistra dello spigolo, sosta su fix inox, 4c, 30 m

L6: salire 5 m quindi calarsi da un ancoraggio “Raumer” e pendolare a destra ad una sosta su fix inox

L7: salire lo strapiombo, A2, uscire in libera, 5b, fino alla sosta, sosta su fix inox, 30 m (tiro di Toni Kurz)

L8: salire sullo spigolo, 4b, sosta su fix inox, 30 m

L9: salire sempre in prossimità dello spigolo, 5a poi 5c, sosta su fix inox, 30 m

L10: spostarsi 5 m a destra, su cengia spiovente, poi salire direttamente, 5c poi 5a, 30 m, sosta in prossimità della Via del Canalino. Da qui si prosegue sulla destra nel canale, percorrendo gli ultimi due tiri di III della Via del Canalino. Dall’uscita breve corda fissa e, in 15 minuti, per pendii erbosi, al sentiero del Limbo, in prossimità della cima del Mucrone.

Discesa: seguire in discesa il sentiero della Via Normale al Monte Mucrone (segnavia D24) che in 1 ora porta alla stazione superiore funivie Oropa.

Foto-relazione

Chi era Miller Rava?

Miller Rava è stato un astro emergente dell’alpinismo italiano nei primi anni Settanta. Tra le sue imprese una “quasi” prima invernale del 18-19 dicembre 1971, con i compagni Gian Carlo Grassi, Ugo Manera e Gian Piero Motti, sul Pilier des Trois Pointes al Mont Blanc du Tacul. Un’altra sua impresa importante fu la prima salita della Parete Nord-Est dell’Aiguille de Leschaux per la Via Diretta.

Partecipò con Guido Machetto, Alessandro Gogna e Carmelo Di Pietro all’apertura della Via Machetto allo Scoglio di Mroz, che, ancora inconsapevolmente, diede il via al Nuovo Mattino.

Miller Rava morì giovanissimo nel 1973 durante la spedizione allo Sperone Nord-Est dell’Annapurna, travolto da un’immane valanga con Leo Cerruti, mentre dormivano al campo 2.

Per approfondire rimandiamo al GognaBlog di Alessandro Gogna con i seguenti articoli:
https://www.gognablog.com/lo-scoglio-di-mroz/, https://www.gognablog.com/allaiguille-de-leschaux-la-parete-nord-est/

Miller Rava sull'Aiguille du Leschaux, 1a asc. della diretta alla parete NE, 1972. Foto di Alessandro Gogna. Da: https://www.gognablog.com/allaiguille-de-leschaux-la-parete-nord-est/

LINK ESTERNI

– La storia di Miller Rava su GognaBlog, https://www.gognablog.com/allaiguille-de-leschaux-la-parete-nord-est/
– La storia di Miller Rava su GognaBlog https://www.gognablog.com/lo-scoglio-di-mroz/

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Questo sito utilizza cookies per avere una migliore esperienza di uso. Continuando si accetta che esso ne faccia uso come da normativa qui presente. Continuando a navigare su sito accetterai l’utilizzo di Cookies da parte di montagnabiellese.com
Privacy Policy

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial