Monte Tovo – Via Ultima Pagina

Monte Tovo - Via Ultima Pagina

La Via Ultima Pagina al Monte Tovo è un itinerario di arrampicata tecnica e strapiombante. Si può affrontare con un’arrampicata libera sostenuta (6b) oppure con tratti di artificiale, con un obbligatorio di 5c. L’arrampicata è inizialmente tecnica, poi di forza nel notevole strapiombo finale. 

La via ha uno sviluppo di circa 100 metri, è ottimamente attrezzata a fix inox. I tiri sono brevi e non superano i 30 metri.

Zona: Monte Tovo

Quota di partenza (m): 1250 m Delubro, 1400 m la partenza della via

Quota di arrivo (m): 1500

Apritori: prima salita Gianni Lanza, Alberto Castagneri, Roby Sellone, Seba Biolcati il 15 novembre 2008

Sviluppo arrampicata: 100 m

Tipo di apertura: dal basso con fix inox quasi completamente in artificiale, quindi la chiodatura è ravvicinata

Esposizione: sud-est

Protezioni: fix inox

Difficoltà: 6b A0, 5c A0 obbl. 

Note: si può affrontare in libera o con tratti in artificiale

Equipaggiamento: normale da arrampicata, friends utili per integrare le protezioni, i tiri non superano i 30 m

Accesso: da Biella raggiungere il Piazzale delle Funivie di Oropa, quindi proseguendo verso la galleria di Rosazza, parcheggiare in corrispondenza del Delubro (m 1250), curiosa imitazione di rudere antico, fatta erigere da Federico Rosazza

Avvicinamento: imboccare la mulattiera della Pissa (segnavia D24) e seguirla per circa 30 minuti, superando il Tetto della Pissa. Dopo un evidente canale, proseguire ancora 100 m e reperire a destra una traccia segnata con un masso con scritta gialla “Coda del Drago” e ometti di pietra. Salire tra i faggi fino ad incrociare il sentiero di Oropa Verticale, che si segue per un tratto per poi abbandonarlo sulla destra per prendere una ripida traccia su canale erboso che porta al dei salti di roccia che si contornano verso destra fino all’attacco della Via Coda del Drago e sue varianti. Qui reperire una traccia a destra che sale per pendii ripidi, dove dopo una breve corda fissa si giunge alla partenza della via. Ore 1.

Relazione

L1: muro con piccoli appigli 6a+, poi fessura 5a, sosta su 2 fix, 20 m
L2: partenza 6a, breve tratto 6b, spostamento a sinistra A0, sosta su 2 fix, 10 m
L3: muretto obbligatorio 6a, poi 5a, sosta su 2 fix, 30 m
L4: salire un muro strapiombante 6a+, poi placca 5c, sosta su 2 fix, 15 m
L5: salire un diedro 6a+, spostarsi a destra e prendere delle fessure strapiombanti 6b, spostarsi a destra A0, e proseguire per fessura 6b, fino ad un ultimo muro verso sinistra, sosta su 2 fix, 20 m
L6: placca facile 4a, che porta in cima alla struttura rocciosa, sosta su fix, 8 m

Discesa: dalla cima reperire per tracce l’ultima sosta della Via Coda del Drago, calarsi con doppia da 30 m verso il lato sinistro della cresta (faccia a monte) poi, a piedi per ripidi prati, si raggiunge il sentiero di salita in 20 minuti, quindi a ritroso per il sentiero di salita si ritorna all’auto.
In alternativa da L5, calarsi con una doppia da 60 m, oppure 2 doppie da 30 m. Le calate sono nel vuoto e arrivano giuste: utilizzare l’autobloccante ed i nodi a fondo corda!

Foto-relazione

Per uno spuntino o una birretta dopo l’arrampicata visita il Bar Funivie Oropa

LINK INTERNI

– Vedi anche Monte Tovo – Via Coda del Drago

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Questo sito utilizza cookies per avere una migliore esperienza di uso. Continuando si accetta che esso ne faccia uso come da normativa qui presente. Continuando a navigare su sito accetterai l’utilizzo di Cookies da parte di montagnabiellese.com
Privacy Policy

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial