Mont Aiguille, l’Inaccessible

Mont Inaccessible, alpinismo e storia sulla Via Normale al Mont Aiguille

L’alpinismo nacque proprio qui, quando nel 1492, anno della scoperta dell’America, un gruppo di sei persone capitanato da Antoine de Ville, su ordine di Carlo VIII di Francia, conquistò la vetta del Mont Inaccessible, oggi Mont Aiguille.

Non bisogna immaginare una prima ascensione alpinistica come intendiamo oggi, bensì un assedio militare: i conquistatori della vetta infatti riuscirono a vincere il Mont Aiguille con le tecniche di assedio in uso in quell’epoca, grazie all’ausilio di scale e corde. 

La nostra esperienza

Ci son stato molte volte, ogni volta è stata un esperienza a se, sempre bella e particolare. Un luogo magico, sia la montagna che il territorio che la circonda, sembra che il tempo si sia fermato all’epoca della prima scalata nel 1492, le nubi minacciose ed i temporali che ci hanno circondati senza fortunatamente colpirci sono stati parte dominante dell’avventura vissuta. Grazie a Chicca e Gerry, legati con me ed a Dafne, Lucia, Giorgio in cordata autonoma. Un grazie particolare a Patrizia, ho avuto modo di ammirare molto il suo coraggio e la sua forza di volontà.

Guida Alpina Gianni Lanza

Da lontano si scorge imponente come una prua di una nave, illuminata dalle prime luci del mattino. Camminiamo in un bellissimo bosco, un branco di camosci ci accoglie sulle ripide cenge della parete nord-ovest. Appena le mani toccano la roccia veniamo accolti ed avvolti dalla montagna, un percorso tortuoso nelle viscere del Mont Aiguille, una via non sulla montagna ma nella montagna. Un’arrampicata meravigliosa che cerca la cima e non il grado. Sulla vetta un prato bellissimo, magico, un luogo dove vorrei stare per molto tempo con i miei compagni di avventura: purtroppo le nuvole minacciose ci inducono a fuggire subito. Il resto è una lunga discesa, penso a quanto sarebbe bello passare una notte lassù.

Dafne

LINK INTERNI
– Guarda la relazione Mont Aiguille – Via Normale

LINK ESTERNI
– Leggi di più sulla storia del Mont Aiguille: Il capriccio reale di Alessandro Gogna

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Questo sito utilizza cookies per avere una migliore esperienza di uso. Continuando si accetta che esso ne faccia uso come da normativa qui presente. Continuando a navigare su sito accetterai l’utilizzo di Cookies da parte di montagnabiellese.com
Privacy Policy

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial