Mitria – Via Staich

Via Staich

Bella torre isolata di ottimo granito, presenta delle arrampicate su roccia compatta con difficoltà classiche in ambiente alpino. La via normale viene percorsa soprattutto in discesa.

Via aperta con classe sullo spigolo nord est della torre. Un po’ corta ma ideale da abbinare alla via Momo

Storia: è stata aperta nel 1950 da Nito Staich e Gigi Freoni.

Accesso: la torre della Mitria si raggiunge partendo dal paese di Piedicavallo seguendo il sentiero E60 per il rifugio Rivetti. Giunti all’Alpe Anval Superiore seguire un sentiero segnato che attraversa a destra passando sopra l’ex rifugio Olimpia. Continuare superando i ruderi dell’alpe la Bianca, per prati e pietraie. Giungere alla base della parete Sud Est, aggirare a destra l’avancorpo che scende più basso dalla parete e portarsi verso il canale della via normale: ore 2.

Via Staich: la via era in parte invasa dall’erba e non più ripetuta. Grazie al contributo di birra Menabrea, le guide alpine di Tike Saab Carlo Gabasio e Gianni Lanza, hanno riattrezzato la via apportando alcune essenziali modifiche: è stato aggiunto un tiro alla partenza ed evitato il tiro del diedro, ormai interamente soffocato dall’erba e quindi sostituito con una difficile variante in placca. La partenza è sul lato sinistro del canale che porta al colletto della normale: targhetta alla base. Sviluppo circa 90 m, interamente attrezzata a fix.

Difficoltà obbligatoria: 5c

L1: 4c, 15 m
L2: 5c, 20 m
L3: 5c, 20 m
L4: 6a, 20 m

Discesa: consigliata in doppia sulla via. I tiri non superano i 30 m.

Equipaggiamento: normale da arrampicata.

La Mitria

LINK INTERNI
– Vedi anche Mitria – Via Momo Pofi

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Questo sito utilizza cookies per avere una migliore esperienza di uso. Continuando si accetta che esso ne faccia uso come da normativa qui presente. Continuando a navigare su sito accetterai l’utilizzo di Cookies da parte di montagnabiellese.com
Privacy Policy

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial