Mucrone – Ferrata del Limbo

Ferrata del Limbo, la prima via ferrata nelle Alpi Biellesi

Severa nella prima parte, panoramica nella seconda, la ferrata del Limbo, costruita nel 2001 su un idea della guida alpina Gianni Lanza , è stata una delle prime del Piemonte e si svolge su ottima roccia tra le pareti sud ed est del Mucrone. 

Nelle foto il piccolo Leonardo sulla Ferrata del Limbo (foto Roby Caucino)

Altitudine: 2335

Difficoltà: D

Stagione: da Giugno a Ottobre

Luogo: Oropa (BI)

Materiali: è obbligatorio l’uso di set da ferrata doppia longe con dissipatore, imbrago, casco, normale da escursionismo, come da ordinanza municipale di Biella. Per percorrere la ferrata è necessario conoscere le tecniche di progressione su vie attrezzate. Si raggiunge seguendo il sentiero D11 in 2 ore da Oropa oppure dalla stazione superiore delle funivie si raggiunge il lago del Mucrone, si reperisce un sentiero che parte dalla sponda sinistra che con saliscendi su ripidi prati (corde fisse nella stagione estiva) in 45 minuti porta allattacco della via. Si sale il primo salto di 120 metri abbastanza verticale con scalette e cavo vita, il secondo salto inizia in un camino poi esce a sinistra per placche, il terzo salto  una placca di 60 metri che porta al pont de singe, dopo il ponte lultimo salto in 50 metri porta alluscita della via da cui in breve alla vetta lungo il sentiero del Limbo. E’ vietato percorrere la ferrata in discesa.

Accesso: dalla Stazione Superiore della Funivia di Oropa oltrepassare il Rifugio Savoia dirigendosi verso il Lago del Mucrone. Poco oltre la fontana del Bersagliere si può vedere il Lago del Mucrone. Seguire il sentiero sulla sua sponda sinistra (percorso [6] sulla foto-mappa, Sentiero del Limbo) e passati circa 200 metri iniziare a salire verso la cresta; in vista delle corde fisse è consigliato mettere l’imbrago e collegare la longe. La traccia taglia in diagonale, si procede quindi lungo la linea di corde fisse, al loro termine ci accoglie una conca selvaggia. Seguire gli ometti di pietra verso un costone, un’enorme quinta che ci separa dalla parete Piacenza. Attraversare un ripido prato che porta ad una seconda tratta su corde fisse, giunti al loro termine poco avanti la Parete Piacenza, liscia e verticale, proprio di fronte il Colle del Limbo. Attraversare la conca nel punto più basso, sede di antichi nevai, poi iniziare la salita su ripida pietraia verso il Colle del Limbo, la Ferrata parte circa 100 m sotto il Colle del Limbo, cartello alla base.

In alternativa, se non si prende la funivia, si può seguire il percorso [2] da Oropa al Colle del Limbo.

Relazione

Primo salto: si sale al margine sinistro della Parete Piacenza, così chiamata per i numerosi tentativi di salita effettuati da Mario Piacenza, primo salitore della Cresta Furggen al Cervino. Questo primo tratto è lungo circa 150 metri, lo sviluppo è verticale con gradini e cavo vita. E’ un tratto che può essere umido.

Secondo salto: si affronta un camino con gradini e cavo vita, poi si esce a sinistra per placche. Al termine di questo tratto si incrocia il sentiero del Limbo, che rappresenta un’eventuale via di fuga.

Terzo salto: affrontare con gradini e cavo vita una placca di 60 metri che porta al pont de singe. Prima del pont de singe è possibile reperire sulla sinistra il Sentiero del Limbo per uscire dalla ferrata. Attraversare quindi il pont de singe.

Quarto salto: affrontare le ultime placche di 50 metri che portano all’uscita della ferrata da cui in breve si arriva alla vetta del Monte Mucrone lungo il Sentiero del Limbo (percorso [6] nella foto-mappa).

La discesa avviene per la Via Normale al Monte Mucrone, sentiero segnavia D24, percorso [4] sulla foto-mappa.

Foto-relazione

Foto-mappa

Per questo itinerario puoi far campo base al Rifugio Savoia

LINK INTERNI

– Vedi anche Mucrone – Sentiero del Limbo
– Vedi anche Mucrone – Via Normale

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Questo sito utilizza cookies per avere una migliore esperienza di uso. Continuando si accetta che esso ne faccia uso come da normativa qui presente. Continuando a navigare su sito accetterai l’utilizzo di Cookies da parte di montagnabiellese.com
Privacy Policy

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial